Guida vacanze sull'arcipelago Canario: informazioni tempo libero, sport e spiagge gustando la cucina tipica tra le sette isole Canarie. Google

Teide o Pico del Teide, il vulcano

TEIDE, LA MERAVIGLIA DEL VULCANO 

Pico del Teide e Parco Nazionale: meraviglioso vulcano a Tenerife

Il Teide (vulcano Teide) vale un viaggio a Tenerife;

é quello che verrebbe da dire al rientro da una giornata trascorsa nel magico scenario del Parco Nazionale del Teide.

Il Pico del Teide e’ la montagna più alta di Spagna e con i suoi 3718mt, rappresenta di per sé già una grande attrattiva in grado di calamitare l’attenzione e le aspettative dei milioni di turisti, che ogni anno si riversano a Tenerife per salire in vetta a questa monumentale montagna.

Teide - Una visita al vulcano Teide consente di visitare il Parco Nazionale e di salire in cima al famoso Pico del Teide 3718mt; è un'esperienza unica per godere al massimo la magia di Tenerife

Teide – Una visita al vulcano Teide consente di visitare il Parco Nazionale e di salire in cima al famoso Pico del Teide 3718mt; è un’esperienza unica per godere al massimo la magia di Tenerife

Ogni area ha un fascino speciale

Tuttavia, sarebbe troppo semplice e molto riduttivo riassumere il fascino di questa imponente montagna alle misure della sua vetta;

chi ha visto anche solo per una volta lo scenario di questo vulcano, tra i più spettacolari al mondo, non può che rimanere travolto dal suo fascino e dalla unicità dei suoi paesaggi, irripetibili come i suoi colori straordinari, basti pensare a:

  • Los Azulejos, con le sue inconfondibili tonalità di azzurro
  • Malpais, suolo di pietre e rocce vulcaniche (Tabonal Negro)
  • l’incredibile arenile vulcanico di Minas de San José 
  • Camino de la Montaña Blanca.

I collegamenti per salire al Teide

Per ogni visitatore del parco, a prescindere dal tipo di viaggio intrapreso, in auto, magari seguendo l’itinerario consigliato con ascesa a partire dalla Valle de la Orotava e transitando attraverso il Centro Visitatori del Portillo, oppure in maniera libera, in bici o moto, oppure sulle vie del trekking, passando attraverso percorsi di varia difficoltà e livello, indicati a tutti, come ad esempio l’itinerario di Los Roques  de Garcia, della durata di 4,3Km percorribili in sole due ore e trenta di camminata, ma anche dell’altro itinerario alla portata dei più, Los Riscos de la Fortaleza lungo 10Km, ma percorribile in tre ore di cammino, ma nache a quelli per i più allenati, come la discesa del Teide, da farsi in circa 5ore, ma con una percorrenza di 13,5 km attraverso sentieri più impegnativi; o ancora tramite la teleferica che conduce in prossimità della cima;

qualsiasi sia la vostra scelta per ascendere o discendere, lo spettacolo che vi attende sara’ davvero inaspettato e travolgente, così come travolgente fu il fascino subito da tanti personaggi nella storia, che conoscendo il Parco del Teide ne vennero rapiti: geografi, storici, studiosi che ne ammirarono la sua singolarità geologica e botanica, unitamente alle sue indiscutibili attrazioni naturali.

Dai Guanchi ai tempi moderni

Fu il caso ad esempio di Alexandre Von Humboldt (celebre botanico, esploratore e biologo tedesco, nato nel 1769 a Berlino),  estasiato dopo la sua ascesa nel 1799, oppure di Eduardo Hernández Pacheco (studioso di scienze naturali, nato a Madrid nel 1867), che nel 1907, dopo un viaggio esplorativo alle Canarie con la Real Sociedad Española de Historia Natural, fu meravigliato dalla gigantesca montagna; sono solo due insigni nomi e più recenti, dopo le migliaia di coloro che nei secoli e nei millenni esaltarono la grande montagna.

Ma si pensi anche, che il mito del Teide esisteva già a partire dai suoi primi abitanti, i Guanchi, che battezzarono l’attuale Teide con il nome di Echeyde, dimora di Guayota, forza maligna e devastatrice che sopportava il peso del cielo, ragione per la quale era tanto temuto e rispettato.

Las Cañadas e i municipi intorno al vulcano

Il territorio del Parco abbraccia quattro municipi:

  1. Guia de Isora
  2. Icod de los Vinos
  3. La Orotava
  4. Santiago del Teide

Già dai tempi dei Guanchi, forse provenienti da Cartagine tra il primo e il secondo secolo a.C., che sfruttavano le zone pianeggianti del Parco per il pascolo del bestiame, si costituirono le prime Cañadas sugli altopiani del Teide, motivo per cui ancora oggi le zone elevate del Parco sono note come Las Cañadas. 

`[simple_series title=”Tenerife”]`

`[simple_series title=”Informazioni Canarie”]`

Articoli che potrebbero interessarti:

Tags: , , , , , , , , ,

Posted in GUIDA TENERIFE, INFO GENERALI by admin | Commenti disabilitati su Teide o Pico del Teide, il vulcano

To customize or remove this area, please go to your Admin panel and find My Theme -> Optin Form. Modify it at own will!