Guida vacanze sull'arcipelago Canario: informazioni tempo libero, sport e spiagge gustando la cucina tipica tra le sette isole Canarie. Google

Franchigia bagaglio

FRANCHIGLIA BAGAGLIO 

La franchigia bagaglio ammessa sui voli

In questo articolo daremo qualche indicazione concettuale per spiegare a tante persone incredule o arrabbiate di fronte a comportamenti fiscali delle compagnie low cost, specie Ryan Air, sui perché che determinano comportamenti diversi delle compagnie (maggio fiscalità o tolleranza) rispetto al peso del bagaglio aereo ammesso, comunemente noto anche come franchigia bagaglio, ovvero il carico di effetti personali, la dimensione valigia e i colli liberamente trasportabile senza ulteriori addebiti rispetto a quelli già pagati ed inclusi nel prezzo del biglietto.

Quando si parla di franchigia bagaglio, traducibile anche in misure e peso della valigia, è intanto bene precisare che una opportuna differenziazione va fatta in termini di modello di business o tipo di volo; mi spiego meglio, quando si parla di franchigia bagaglio ammissibile per un vettore low cost è cosa diversa che parlare di franchigia bagaglio ammissibile per un volo di linea o charter, perché…

Il principio della franchigia babaglio nei voli di linea 

E’ cosa nota che i voli di linea costano di più.

Precisiamo meglio, costano di più se consideriamo il prezzo puro del biglietto di trasporto; chiaro che se valutiamo il prezzo in funzione di una serie di servizi accessori e vi includiamo anche bagaglio a mano e bagaglio da stiva con relativa franchigia, allora le cose possono cambiare alquanto….

comunque a parte queste precisazioni di carattere commerciale, la franchigia bagaglio ed anche il bagaglio a mano trasportabile nelle compagnie di linea, sono solitamente soggette a minori restrizioni in quanto il loro costo è già “spalmato” in quello del biglietto di trasporto.

La franchigia bagaglio alle Canarie

La franchigia bagagli alle Canarie

Principio della franchigia bagagli nei voli ITC (charter)

Sicuramente chi di voi lettori ha già viaggiato, avrà notato che anche le compagnie ITC o di voli charter (voli noleggiati o ripartiti in frazioni acquistate dai singoli tour operator), sn generalmente più flessibili o comunque meno fiscali sul peso bagaglio trasportato; è chiaro che anch’essi nel loro modello economico tendono a spalmare di più il costo del peso bagagli al’interno del costo complessivo del biglietto (che in questo caso è una componente del pacchetto di viaggio o meglio dei pacchetti Canarie).

Principio della franchigia nei voli low cost come Ryan Air

Nei voli Ryan Air e in generale in quelli operati dai vettori low cost, la filosofia di fondo che regola la gestione dei carichi tra i uqlia ovviamente sono comprese tutte le valige e borse a mano che noi trasportiamo con noi durante i viaggi alle Canarie, rappresentano un costo;

precisiamo meglio: non che per i vettori in generale il peso non rappresenti un costo (i voli consumano carburante proporzionale al peso trasportato e l’incidenza della franchigi abagaglio diventa quindi decisiva), solo che la percezione che la compagnia low cost o i voli Ryan Air che servono molto bene le isole Canarie con tanti voli diretti dall’Italia (ricordiamo ad esempio i voli Milano-Gran Canaria e Milano-Tenerife), hanno del peso è davvero molto forte;

a chi non è capitato almeno di sentire raccontare una volta dall’amico (se non per esperienza diretta), di aver comprato un volo low cost a prezzi stracciati?

Bene, allora nell’economia della compagnia ci siamo mai chiesti da dove arrivano i guadagni?

Primo i voli Ryan Air, come del resto i voli low cost in generale, hanno coefficienti di riempimento altissimi, vale a dire che viaggiano sempre con gli aerei pieni o con percentauli elevatissime di riempimento, immaginate quindi quanto importante sia, ad esempio controllare attentamente il bagaglio a mano oppure ridurre il peso della franchigia bagaglio ammessa.

Secondo in generale ogni voce accessoria, tra cui anche quella della franchigia bagaglio può rappresentare una fonte di entrata che tecnicamente viene chiamata ancillary revenue, vale a dire circa un 20% ormai quasi 30% dei guadagni di una compagnia low cost come Ryan Air appunto.

Lo stesso ragionamento vale anche quando si parla di bagaglio a mano, ed è bene differenziare il bagaglio a mano nelle low cost carriers rispetto a quello delle major o vettori di linea.

Conclusioni in tema di franchigia 

Ogni compagnia ha la propria gestione ed una diversa filosofia ispirati a modelli di business diversi, ma in sintesi riducibili a:

  • prezzo biglietto iniziale maggiore equivale a maggior franchigia bagaglio e generale flessibilità
  • prezzo biglietto minore uguale a dire che la compagnia vorrà guadagnare qualcosa in più poi, rivalendosi anche sul trasporto del bagaglio.

fate le vostre considerazioni e sappiate prima che compagnie low cost, aerei di linea e voli charter sono tra loro diversi, quindi non prendetevela se con alcuni ogni extra è a carico vostro mentre con gli altri no, è solo parte delle regole del gioco spiegate qui.

Buona scelta e felice viaggio alle Canarie a tutti! 

`[simple_series title=”Informazioni Canarie”]`

Articoli che potrebbero interessarti:

Tags: , , ,

Posted in INFO GENERALI by admin | Commenti disabilitati su Franchigia bagaglio

To customize or remove this area, please go to your Admin panel and find My Theme -> Optin Form. Modify it at own will!