Guida vacanze sull'arcipelago Canario: informazioni tempo libero, sport e spiagge gustando la cucina tipica tra le sette isole Canarie. Google

Necropoli Arteara | Gran Canaria

GRAN CANARIA: LA NECROPOLI DI ARTEARA

A breve distanza da Maspalomas

Posta ad una ventina di km da Maspalomas, incontriamo la località di Fataga, nei cui pressi si trova l’importante cimitero aborigeno datato quarto secolo avanti Cristo nel quale si sono identificati quasi un migliaio di tumuli sepoltuari distribuiti in uno spazio di 1 km per due.
costruiti in pietra a secco si compongono di una cassa di lastre all’interno delle quali veniva depositato il feretro e una volta chiusa si seppelliva attraverso il cumulo di pietre.
I materiali ossei rinvenuti hanno permesso di determinare quali fossero i riti funerari, sebbene vi fossero tessuti di palma e giunco che venivano utilizzati come sudario, nonché la tipologia mediterranea e di Cromagnon, degli  individui così come la loro robustezza e notevole statura.
L’importanza del ritrovamento ha giustificato la creazione di un apposito centro destinato all’interpretazione, dove si raccolgono i resti più significativi della cultura degli antichi abitanti delle Canarie.
Comincia l’itinerario alla rotonda della Viuda de Franco seguendo la Avda. de Tirajana che incrocia la frazione di San Fernando; alla seconda rotonda si abbandona la precedente strada per svoltare verso la strada che conduce a Galdar; giunti in prossimità del muro allegorico, si svuota a sinistra, poiché nella direzione opposta si andrebbe ad imboccare l’autostrada GC1. Giunti ad un’ultima rotatoria, la strada GC 60 lascia dietro di sé gli ultimi edifici che corrispondono a due affermati ristoranti, per entrare violentemente in un’arida natura soprannaturale dove dominano il cactus e la pianta di tabaiba (pianta grassa alta circa 2m, facente parte della famiglia delle euphorbia balsamifera).
Seguendo un dolce crinale e facendo pochi zigzag, la strada acquista altitudine mentre costeggia il versante orientale del burrone di Fataga.
A questo punto, si entra all’interno di uno spazio naturale denominato “paesaggio protetto di
Fataga” ( 4,2 km), prima di passare vicino al complesso ricreativo Mundo Aborigen (6,3 km) e quindi arrivare all’osservatorio della degollada de las Yeguas (7,5 km), la quale si apprezza la monumentalità e bellezza dello strapiombo di Fataga.
A cominciare da questo punto la strada inizia una discesa della lunghezza di 4,2 km; al principio si tratta di un ambiente di strapiombi a picco che diventano più dolci ma mano che ci si avvicina fino al canale del burrone e da qui si può apprezzare La rilevanza della frana del Puntón del Garito.
Ricostruzione pueblo Guanchi

Il giacimento archeologico e la necropoli di Arteara

Giunti in corrispondenza delle pietre rosse sorge la necropoli preispanica di Arteara, giacimento archeologico visitabile di grandissima importanza.
La necropoli di Arteara è il maggior cimitero aborigeno di Gran Canaria e comprende un totale di 809 interramenti tumulari costruiti impiegando la pietra rossa molto diffusa nella zona e particolarmente dalla montagna di La Cogolla.
L’insediamento mortuario ha un’estensione complessiva di 37.535mq, circondati all’inizio da muretti in pietra.
Gli interramenti vengono relizzati senza ordine in zone diverse del “malpais” (tipico terreno accidentato di origine vulcanica, determinato da un lento raffreddamento del magma vulcanico), offrono distinte configurazioni di tipo infrastrutturale dalle geometrie differenti, piramidali, circolari, tronco-coniche, che corrispondono a diverse datazioni, dato che la cronologia dei ritrovamenti fa corrispondere le tombe rinvenute e già datate) a varie e distinte epoche  a partire dal V° secolo a.C.
Attraverso la vista dall’alto della necropoli del palmeto di Arteara, si arriva al canale, all’alveo (11,7 km), dove una strada che biforca alla sinistra conduce a questo caseggiato e alle edificazioni di due attività per il tempo libero ubicate qui: passeggiata a dorso di cammello e altri servizi; sempre lo stesso lato della strada lesse una salita che conduce sino all’osservatorio della Vista di Fataga, a circa 12km.

Articoli che potrebbero interessarti:

Posted in GUIDA GRAN CANARIA by admin | Commenti disabilitati su Necropoli Arteara | Gran Canaria

To customize or remove this area, please go to your Admin panel and find My Theme -> Optin Form. Modify it at own will!