Guida vacanze sull'arcipelago Canario: informazioni tempo libero, sport e spiagge gustando la cucina tipica tra le sette isole Canarie. Google

Maspalomas escursioni

ESCURSIONI A MASPALOMAS

Itinerario da Maspalomas a Pico de Las Nieves

Prima di intraprendere qualsiasi tipo di itinerario raccomandiamo di rispettare le norme di sicurezza che sono basilari per il turista e per quanti gli si trovano vicino, se non l’avete fatto raccomandiamo quindi di leggere l’articolo al riguardo cliccando che illustra gli itinerari e le escursioni possibili a Maspalomas.

Descrizione del percorso
La prima e più significativa parte del percorso, si percorre attraverso la strada GC60, all’interno del municipio di San Bartolomé de Tirajana.
Il tracciato di questa strada attraversa da nord a sud e per metà l’intero territorio municipale, percorrendo paesaggi contrastati che dividono il circuito in tre tratti naturali.

Primo tratto Maspalomas-Fataga

Intorno ala barranco (burrone) di Fataga, inizialmente intorno ai suoi bordi e successivamente spingendosi più all’interno sino all’origine del precipizio, in maniera tale da poter consentire di apprezzare la singolare morfologia di questa vallata dalla tipica forma a V.
Aridità del clima e dei rilievi fanno si che i palmeti rappresentino autentiche oasi, inoltre unitamente a questo fenomeno, anche i caseggiati bianchi di Fataga e Arteara, contribuiscono a generare una suggestiva atmosfera di tipo africano e per lo stesso motivo, non ci si sorprenda quindi nel vedere la presenza di cammellieri con i cammelli al seguito, sebbene qui il oro uso (a differenza del deserto sahariano), sia dedstinato più all’aspetto ricretivo e vacanziero degli ospiti in villeggiatura, piuttosto che al tradizionale uso che viene fatto con questi animali, legato al lavoro agricolo dei campi, al trasporto di prodotti e di persone in quanto unico mezzo diponibile. 
Visite consigliate 
Indubbiamente una visita al Parco tematico sul mondo aborigeno e alla necropoli preispanica di Artearà, che per le loro caratteristiche costituiscono un modo ottimale per ripercorrere il mondo dell avita e della morte degli antichi Canari.
La concatenazione esistente tra valori di carattere naturale ed etnostorico esistente in queste aree ha fatto sì che alle stesse valesse il riconoscimento e la dichiarazione di “Paesaggio protetto di Fataga”, con la sua conseguente inclusione nella rete degli Spazi Naturali Protetti delle Canarie.

Secondo tratto Fataga-Caldera de Tirajana

La seconda tappa dell’itinerario da Maspalomas, è sostanzialmente dedicata al cratere di Tirajana, dalle enormi dimensioni di circa 40km di circonferenza.
Il cratere di Tirajana è stato tagliato per effetto dell’erosione nel corso di milioni di anni e perciò è aperto fino alla porzione di sud-est, in corrispondenza dello strapiombo battezzato con lo stesso nome.
La monumentalità e l’importanza archeologica lo fanno essere uno dei maggiori santuari per la natura e la storia dell’isola di Gran Canaria e qui si incontra anche il centro amministrativo del municipio, sede della immagine di Santiago el Chico, che commemora l’importanza religiosa che questa zona ha avuto sin dall’epoca preispanica, rappresentata dalla roccia sacra di Humiaga, oggi Risco Blanco.
L’itinerario prosegue la sua ascesa nell’interno della caldera sino ai piedi del Monumento Naturale de Los Riscos de Tirajana, pareti settentrionali della caldera situate ad oltre 1000mt di quota, fino ad arrivare alla degollada de Cruz Grande, porta naturale che conduce al Parque Rural del Nublo.
Il Parque Rural del Nublo è lo spazio naturale protetto di maggior estensione ed importanza dell’intera isola, prima di giungere ad Ayacata.
Nel caseggiato di mandorli in fiore Ayacata, paradiso degli scalatori, si abbandona la strada famigliara che ha condotti sin qui e che sboccherà sino a Tejeda, per percorrere la GC600 ed incominciare l’ultima tappa.

Terzo tratto Ayacata-Pico de las Nieves

Questa tappa finale che conduce sino alla vetta più alta dell’isola, scorre attraverso un contesto forestale tipico del crinale compatto.
Durante l’ascesa, si passa attraverso aree che sono state destinate a finalità ricreative, aree attrezzate per il tempo libero, per le soste e i barbecue (occasione di evasione durante il tempo libero anche per gli isolani).
Arrivati a Pico de Las Nieves, se le condizioni meteo sono ottimali (cosa piuttosto comune), ci si può concedere il premio di una impareggiabile vista e delle più rappresentative dell’intero arcipelago (Gran Canaria è posta in mezzo alle sette sorelle), inoltre di qui si possono ammirare alcuni punti cari e simbolici per gli abitanti di Gran Canaria, il pino e il mare, il Nublo e il Teide (Tenerife), la rocca e il vulcano.
`[simple_series title=”Gran Canaria”]`

Articoli che potrebbero interessarti:

Tags: , , , , , , , , ,

Posted in GUIDA GRAN CANARIA by admin | Commenti disabilitati su Maspalomas escursioni

To customize or remove this area, please go to your Admin panel and find My Theme -> Optin Form. Modify it at own will!