Guida vacanze sull'arcipelago Canario: informazioni tempo libero, sport e spiagge gustando la cucina tipica tra le sette isole Canarie. Google

San Bartolomè escursioni

ESCURSIONI SAN BARTOLOME’ – GRAN CANARIA

Da San Bartolomè – Ayagaures e diga di Fatagà

A San Bartolomè, organizzare trekking ed escursioni, prevede ad esempio un bell’itinerario da Artearà, una pista sterrata che si dirama, alla sinistra (12,9km) conduce in 16,6 km al caseggiato e alla diga di Ayagaures, mentre un’altra pista posta anch’essa sul lato sinistro, (15 km) serve come punto di ingresso alla diga di Fataga e alla zona per la salita ( 1 km a piedi).
Coltivazioni, frutteti ed edificazioni di tipo tradizionale attorniano il nucleo di Fataga (16,1km), pittoresco caseggiato che giustifica bene la sosta (eremo, architettura in stile rurale, negozietti, ristoranti, benzinaio), per continuare la risalita sempre più pendente e piena di curve.
Dopo aver attraversato l’antico mulino ad acqua, importante resto etnografico, un prezioso palmeto e nuove costruzioni di tipo ricreativo (passeggiata a dorso di cammello, uccelli esotici, ristorante, ecc.), la strada sale fino alla testa del burrone per entrare all’interno della
caldera de Tirajana, in vista di Fataga (21km), osservatorio dalla panoramica molto ampia sopra alla conca di Fataga e Tirajana.

Il capoluogo San Bartolomè de Tirajana

La strada si snoda ora in un ambiente caratterizzato dalla presenza di pini e mandorli sino a San Bartolomè de Tirajana, passando in corrispondenza del crocevia della circonvallazione del centro urbano di San Bartolomé, che dirama a sinistra e al Gran hotel rurale di Las Tirajanas, mentre si scende fino al crocevia (23,1 km) con la strada GC65 che alla destra proviene da Santa Lucia. Si continua per il lato sinistro che consente di accedere al centro della città, parcheggiare il veicolo e sfruttare una discreta offerta messa a disposizione dal paese capoluogo del municipio.
Nuovamente sulla strada, questa scorre ora per il lato sinistro del burrone di Tunte, arriva in corrispondenza del crocevia con la circonvallazione e dall’altra parte inizia una salita molto pronunciata che conduce sino al piano di El Sequero, caseggiato comprensivo di supermercato e ristorante e incrocia con la strada vicinale che passa per Los Pagos de Agualatunte, La Culata, Risco Blanco fino a Taidía, in 10,5 km. la salita si riallaccia adesso ai piedi del monumento nazionale de los Riscos de Tirajana.

Il Parque Rural del Nublo

La strada di San Bartolomè adesso è inizialmente  poco pendente, per poi incrinarsi in maniera importante e piena di curve, intanto che incrocia il burrone di El Negro (28,5km), prima di arrivare alla degollada de la Cruz Grande (29,1 km), porta occidentale della caldera de Tirajana, attraverso la quale si entra nella conca della Plata e all’interno del Parque Rural del Nublo.
E’ uno dei più importanti crocevia del cammino e dei percorsi a piedi.
La strada conduce adesso sino a los Riscos de la Plata e consente di vedere la diga della Chira, fino al passo della Herradura, dove di forza la strada che conduce all’aria ricreativa e alla zona di campeggio di Morro de Santiago entro 2km, al caseggiato di Cercados de Arana e alla menzionata diga in 8,5 km.
l’itinerario prosegue per la strada che conduce ad Ayacata, ai piedi dell’alta parete e con ristoranti turistici al bordo della strada.
La cornice naturale del caseggiato di Ayacata (34,l’4 km) offre condizioni ideali per una fermata e per la pianificazione della continuazione della propria visita.
l’itinerario continua adesso per la strada GC600 di San Bartolomè,  che partendo dal crocevia in corrispondenza della Chiesa, sale sino alla Goleta (taverna), dove parte il cammino del Nublo, una passeggiata della durata di un’ora più che raccomandabile per sgranchire le gambe.
 
Tra gli itinerari a San Bartolomè é visibile il Roque Nublo da Llanos de la Pez

San Bartolomè – Trekking e natura a Gran Canaria Vista del Roque Nublo da Llanos de la Pez

 

Ci si trova già in un ambiente forestale e si passa per la zona di campeggio e quella ricreativa chiamata di Los Llanos de la Pez, luogo di grande affluenza di pubblico durante i fine settimana, amato per la possibiltà di aree attrezzate per grigliate e riunioni collettive.

Al crocevia di Los Llanos de la Pez (42km), si prende la strada GC134, dalla quale è possibile contemplare l’ampia panoramica della metà Nord dell’isola passando per il crocevia della strada GC130 a Telde attraverso Pago de Cazadores (44,2km) e da dove percorrendo la è GC134, si arriva a Pico de las Nieves (46,5 km) (ulteriore taverna).
se la visibilità lo consente, la veduta e le sensazioni che si possono ottenere qui, giustificano i kilometri percorsi, oltre a quelli necessari per tornare al punto di partenza di Maspalomas.
`[simple_series title=”Gran Canaria”]`

Articoli che potrebbero interessarti:

Tags: , , , , ,

Posted in GUIDA GRAN CANARIA by admin | Commenti disabilitati su San Bartolomè escursioni

To customize or remove this area, please go to your Admin panel and find My Theme -> Optin Form. Modify it at own will!